La legionella

Desideri prevenire e minimizzare il rischio di proliferazione della Legionella?

Per prevenire e minimizzare il rischio di proliferazione della Legionella è fondamentale partire da una corretta progettazione e realizzazione degli impianti tecnologici, con particolare attenzione agli impianti ove vi è la necessità di riscaldare l’acqua, o il riscaldamento avviene a seguito di cicli impiantistici particolari, con successiva nebulizzazione. Dopo di ché è necessario mantenere nel tempo condizioni igienico-manutentive e funzionali ottimali attraverso interventi mirati di disincrostazione e disinfezione degli impianti idrici e pulizia e sanificazione degli impianti aeraulici.

Ovviamente, progettazione corretta e manutenzione adeguata non annullano completamente il rischio di colonizzazione batterica, ma sicuramente ne riducono significativamente la probabilità in forma grave e diffusa.

Impianti a Rischio

  • Impianti idrico-sanitari: tubazioni, serbatoi di accumulo, rubinetti, docce;
  • torri di raffreddamento: a circuito chiuso, aperto, condensatori evaporativi;
  • impianti di climatizzazione: umidificatori, separatori di gocce, silenziatori;
  • fontane, piscine e vasche;
  • sistemi di emergenza: sistemi antincendio, splinker;
  • riuniti odontotecnici;
  • apparecchi di erogazione ossigeno.

Cosa è la legionella

La legionella è un batterio aggressivo e pericoloso per la salute umana che, se non trattato adeguatamente e diagnosticato per tempo, può portare alla morte, soprattutto nel caso di individui che versano in una condizione sanitaria immuno-depressiva.

La legionella è un batterio ubiquitario presente negli ambienti acquatici naturali e artificiali quali acque sorgive, laghi, fiumi, acque termali, serbatoi, fontane, piscine e, più in generale, ovunque vi sia la presenza di acqua.

Come fu scoperto il batterio della legionella


Il batterio della Legionella viene scoperto negli Stati Uniti nel 1976 in occasione di un raduno di legionari presso un albergo di Filadelfia. Da qui, il nome che gli è stato attribuito. Circa duecento dei duemila partecipanti furono colpiti da una forma particolarmente acuta di polmonite. Trentaquattro persero la vita. In seguito si scoprì che tale forma virale acuta era stata causata dalla presenza di un'importante colonizzazione batterica all’interno degli impianti di condizionamento.

Forme Cliniche della legionella

Dal punto di vista clinico, la Legionellosi si può presentare in due forme decisamente diverse:

  • Febbre di Pontiac: forma leggera spesso scambiata per una normale influenza;
  • Malattia del Legionario o Legionellosi: infezione aggressiva che colpisce i polmoni e la cui diagnosi tempestiva, e quindi il trattamento con una profilassi specifica e mirata, riduce la probabilità di complicazioni cliniche che possono portare al decesso.

La trasmissione della legionella

Si può contrarre la malattia esclusivamente respirando aerosol (molecole di vapore con diametro minore di 5µm) contaminato dal batterio. Tali molecole, per una serie di fattori tra cui malattie croniche, fumo, età, immunodeficienza etc…, non vengono filtrate dall’organismo e arrivano direttamente ai polmoni.

Proliferazione della legionella

Il batterio colonizza e si sviluppa in determinate condizioni ambientali:

  • Temperatura: prolifera tra i 25-45°C
  • Ambiente: presenza di ossigeno, biofilm, calcare, ioni di ferro e altri nutrienti

Hai dubbi o vuoi approfondimenti? Non esitare a contattarci!

Saremo felici di rispondere e affiancarti per gestire al meglio i tuoi impianti.


Contatti

Tel. 051 03 42 585

Fax. 051 03 42 290

Email. info@vcsgroup.it

PEC. vcsgroup@legalmail.it

Ecco dove potete trovarci!

Oppure completa il form qui sotto!

Verrai ricontattato al più presto





Letta la privacy policy autorizzo il trattamento dei dati*